Segnala concorso | Segnala mostra/evento | Segnala corsi| Newsletter | Contatti | FAQ

Sebastião Salgado: «Scattare con il telefonino non c’entra niente con la fotografia»

Oggi, consigli per una buona lettura. Suggeriamo di leggere un bella intervista dell'anno scorso (2018) di Nicolas Ballario a Sebastião Salgado pubblicata su su www.rollingstone.it dal titolo "Sebastião Salgado: «Scattare con il telefonino non c’entra niente con la fotografia»". Di seguito un breve e interessante passaggio.

Nicolas Ballario: Oggi ognuno ha a disposizione una macchina fotografica nel proprio telefonino e ogni giorno vengono scattate miliardi di fotografie. È un bene o un male?

Sebastião Salgado: Non è né negativo, né positivo, semplicemente non c’entra niente con la fotografia. Quello che viene fatto con questi dispositivi è una cosa completamente diversa, usiamo la tecnologia per trasformare le immagini in un linguaggio. La fotografia ha una funzione più complessa, che è quella della memoria. La fotografia è quella cosa che i tuoi genitori ti hanno fatto quando eri bambino e hanno messo in un album, che magari si sfoglia insieme molti anni dopo e che raccontano la tua storia. Quella fotografia sarà magari un po’ rovinata, un po’ spiegazzata, ma ci sarà ancora quando i tuoi genitori non ci saranno più e la potrai conservare. Tutti fanno fotografie, è vero, ma sono solo un linguaggio della comunicazione. Oggi possiamo dire che forse i veri fotografi sono meno di quelli che esistevano 30 anni fa.











Per maggiori informazioni: www.rollingstone.it/cinema/news-cinema/sebastiao-salgado-sca
NEWS

Cultura

www.rollingstone.it/cin